La Gabbianella e il Gatto

Kengah, una gabbianella avvelenata da una macchia di petrolio, riesce ad affidare in punto di morte il proprio uovo al gatto Zorba, strappandogli tre promesse:

quella di non mangiare l’uovo,di averne cura finchè non si schiuderà e di insegnare a volare al nascituro.

Zorba chiede aiuto ai suoi amici Colonnello, Segretario, Pallino e Diderot e grazie al loro indispensabile sostegno, la piccola creatura nasce senza problemi. La gabbianella orfana viene chiamata Fortunata dalla comunità dei gatti e coinvolta da Zorba nel difficile compito di allevare questa inattesa figlia.

La piccola Fortunata si trova di fronte ad uno strano compito: quello di imparare a conoscersi e capire di non essere un gatto, prima di imparare a volare. E intanto si trova a dover fronteggiare il pericolo rappresentato dai ratti che aspettano l’occasione di uscire dalle fogne, prendere il potere e proclamare l’avvento del Grande Topo.

Un giorno Fortunata giocando con Pallino litiga con lui che per dispetto le dice che Zorba e gli altri gatti vogliono mangiarla; allora lei scappa disperata e viene rapita dai topi che vogliono papparsela. I gatti organizzano un’operazione per salvarla e la liberano.

La gabbianella, ormai cresciuta, continua a pensare a ciò che le ha detto Pallino, ma Zorba la rassicura, confessandole che non le faranno niente. Dopo qualche giorno i gatti decidono di insegnarle a volare. Provano ogni tipo di espediente e mille esercizi ma lei non ci riesce.

Allora Zorba chiede aiuto a Bubulina e alla sua padroncina Nina, per portarla al campanile di San Michele, da dove potersi lanciare e, finalmente volare.

Arrivati in cima Nina e Zorba aiutano la gabbianella a superare ogni paura; Fortunata si butta in picchiata rischiando di schiantarsi al suolo ma ecco finalmente apre le ali e riesce a levarsi in volo. Fortunata saluta Zorba e i suoi amici e va verso il mare dove, incontrando uno stormo di gabbiani, trova il suo futuro.

Open chat
1
Ciao!
Vuoi avere qualche informazione sul corso LIS?
Se hai problemi a iscriverti riprova tra qualche ora, o mandami la tua mail su WhatsApp da qui.
Powered by