Pollicino

C’era una volta una famiglia poverissima, uno spaccalegna e sua moglie, avevano 7 figli il più piccolo si chiamava Pollicino perché era più piccolo di un pollice.

Non avendo più i soldi per sfamare i loro sette figli, decidono di abbandonarli nel bosco. Il più piccolo dei fratelli, Pollicino, avendo udito per caso la conversazione dei genitori, si riempie le tasche di sassolini bianchi.

Il giorno dopo,  i genitori conducono i figli nella foresta, Pollicino lascia cadere i sassolini dietro di sé: seguendo questa traccia riesce a riportare i fratelli a casa.

Il giorno dopo la cosa si ripete, ma questa volta Pollicino non ha a disposizione dei sassolini perché quando di mattina presto voleva andarli a prendere la porta di casa era chiusa e quindi, per segnare il sentiero, usa solo briciole di pane che però vengono mangiate dagli uccelli.

I sette fratellini, perduti nel bosco, arrivano ad un palazzo stupendo dove vengono ospitati dalla padrona di casa, la quale però li avverte che il marito è un orco che mangia i bambini: per proteggerli, li nasconde con cura. Ma quando il marito rientra, sente odore di carne fresca e presto scopre gli intrusi: decide di divorarli il giorno dopo.

Nel frattempo Pollicino scopre che l’orco ha sette amatissime figlie, a ciascuna delle quali ha donato una corona.

Nottetempo, si introduce nella loro camera, sottrae loro le corone e le appoggia sulla testa dei propri fratelli. L’orco, svegliatosi nella notte con l’intento di sgozzare i bambini, viene tratto in inganno dalla “sostituzione” e sgozza le proprie figlie.

I fratellini fuggono e l’orco, avendo scoperto della tragedia avvenuta a causa dell’astuzia di Pollicino, indossa gli stivali delle sette leghe per raggiungere i bambini in fuga.

Ma anche questa volta Pollicino lo supera in furbizia: l’orco si addormenta su un cornicione perché era molto stanco, consentendo a Pollicino di rubargli gli stivali, e quando si risveglia, precipita giù.

Il ragazzo torna dalla moglie dell’orco e la inganna, raccontandole che il marito è stato rapito dai briganti in cambio di un riscatto in denaro.

La donna gli dà tutto l’oro che ha e Pollicino, preso il tesoro, torna con i fratelli dal padre, liberandolo per sempre dalla fame e dalla povertà.

Open chat
1
Ciao!
Vuoi avere qualche informazione sul corso LIS?
Se hai problemi a iscriverti riprova tra qualche ora, o mandami la tua mail su WhatsApp da qui.
Powered by